La Grotta




                                                           Grotta del Santo - Esterno

Sul lato sinistro della basilica inizia la via sacra che porta il visitatore alla grotta di San Calogero.

- Pannello in maiolica del 1545 all'interno della grotta -

La grotta di San Calogero è stata sempre meta di pellegrinaggi. Entrando nella Grotta al visitatore si presenta una ceramica bronzea (realizzata dai Ceramisti saccensi Perconte) dove è raffigurata la morte di San Calogero circondato dai suoi grandi amori: SS. Trinità, Beata Vergine Maria, Arciere con la cerva.  Nella seconda grotta, in fondo a destra si apre una buca larga un metro e mezzo e lunga due, capace di far passare un uomo carponi. Si tramanda che in essa il Santo Eremita prendesse riposo. La maiolica collocata su un piccolo altare raffigura San Calogero vecchio e benedicente. A destra del Santo in basso, è raffigurata la cerva ferita al collo e alla sinistra l'arciere genuflesso in atto di preghiera.
Per info e visite alla grotta di San Calogero rivolgersi direttamente ai Frati.